News

Online su Darwin

Nuove edizioni digitali online / 6 marzo

March 6, 2013

Sono online due nuove edizioni digitali. Sono i testi di M. La Torre e M. Lalatta Costerbosa sulla tortura, e di M. Ganino sulla Russia nella collana "Si governano così".

  • Massimo La Torre, Marina Lalatta Costerbosa, Legalizzare la tortura? Ascesa e declino dello Stato di diritto
    Guantanamo, Abu Ghraib: nomi sinistri, che evocano scenari di umiliazioni, vessazioni e sevizie nei confronti di detenuti. Sull’onda di queste e altre vicende analoghe, si è aperto un importante dibattito che ruota attorno alla domanda: è legittima e auspicabile la legalizzazione della tortura? Una questione scabrosa, che il volume affronta in modo diretto, mostrando la necessità morale e giuridica di una risposta a tale interrogativo. Una risposta che è, senza eccezioni, negativa. Ripercorrendo la storia e la dottrina della tortura, e illustrando la rete di argomentazioni e teorie impiegate a sostenerla o a condannarla, gli autori fanno lucidamente il punto su un tema che a partire dall’età dei Lumi sembrava destinato a restare bandito una volta per sempre dalla scena pubblica e che invece è tornato inatteso alla ribalta nel nostro tempo.
  • Mario Ganino, Russia
    E' il paese più vasto del mondo: distesa tra due continenti, con undici fusi orari e una popolazione di circa 142 milioni di abitanti: la Russia, divenuta indipendente nel 1991 con la fine dell'Urss e la nascita della Csi, si è dotata di una nuova Costituzione dal 1993, attraversando un decennio di grave incertezza economica e politica, sino alla stabilizzazione putiniana. La sua forma di governo basata sul potere presidenziale - oggi in fase di ulteriore assestamento - mostra elementi di continuità col passato, quello più remoto delle origini dello Stato russo, ma anche con i decenni del socialismo sovietico, oltre che con il periodo di Gorbačev tanto da essere definita "postsovietica" grazie ad una perdurante concezione fortemente unitaria del potere. Oggi la Russia è uno dei quattro paesi Bric (con Brasile, India e Cina), destinati a dominare l'economia del prossimo mezzo secolo.
Keywords: