News

Online su Darwin

Nuove edizioni digitali online / 14 luglio

July 14, 2015

Questa settimana proponiamo un percorso tematico fra Islam e politica basato sui libri di Massimo Campanini in Darwinbooks:

  • Massimo Campanini, Islam e politica
    Mettendo in discussione il presupposto che l’Islam sia insieme religione e stato, questo libro studia le ricadute e le implicazioni della riflessione religiosa e della storia islamica nell’ambito della dottrina politica. Forte di una conoscenza diretta della letteratura filosofica musulmana, tanto medievale quanto contemporanea, l’autore contesta le letture puramente teocratiche che si danno dell’Islam e ne mostra dall’interno la peculiarità politica. Questa nuova edizione rivista e aggiornata dà conto tra l’altro degli sviluppi connessi con il diffondersi del fondamentalismo agli inizi del Ventunesimo secolo.

  • Massimo Campanini (a cura di), Le rivolte arabe e l'Islam. La transizione incompiuta
    Le proteste e le rivolte diffusesi nel Medio Oriente arabo a partire dalla fine del 2010 hanno improvvisamente movimentato il quadro politico di un’area che da troppo tempo pareva imprigionata in contesti dittatoriali senza sbocco. Se è presto per stilare un bilancio della cosiddetta "Primavera araba", non lo è per cercare di capire le potenzialità che questi eventi possono dispiegare nel futuro. È quanto intende fare il libro, in cui alcuni accreditati studiosi italiani e arabi, esperti di politica e storia islamica, analizzano le situazioni di maggior interesse (Egitto, Libia, Giordania, Tunisia, Libano) illustrando i diversi esiti, democratici e non, delle rivolte, con particolare riguardo al ruolo della religione e dei partiti religiosi.

  • Massimo Campanini, Ideologia e politica nell'Islam. Fra utopia e prassi
    Il mondo islamico vive oggi una profonda crisi delle istituzioni politiche e appare refrattario alla trasformazione democratica. Ciò può essere in parte attribuito ad alcune caratteristiche del pensiero politico islamico classico. Realizzatosi storicamente sin dall'epoca di Maometto a Medina, il modello di stato islamico nei secoli successivi è stato oggetto di una riflessione teorico-politica che ha finito per porsi in un rapporto fortemente dialettico con l'esperienza storica concreta. Si è prodotta così una distorsione costante nel lavoro politico, che invece di progettare il futuro ha preferito ripiegarsi sul passato. Il volume ripercorre questo processo culturale, a partire dall'elaborazione della mitologia dell'età dell'oro, attraverso il modello islamico di stato di al-Mawardi (m. 1058) e la filosofia della storia di Ibn Khaldun (1332-1406), fino all'età contemporanea, quando sul tema si sono articolate almeno due varianti: il nuovo dibattito sul califfato e la proposta del radicalismo sunnita e sciita. Vengono poi indicate alcune possibili linee di sviluppo futuro dell'Islam politico.

Per essere sempre aggiornati sul lavoro di sviluppatori e redattori, le nuove funzionalità e le novità sui libri in corso di pubblicazione, seguiteci anche su Twitter, @darwinbooks, e Facebook.

Keywords: