ACCESSIBILITÀ

Molto lavoro è stato fatto per rendere Darwinbooks accessibile a persone non vedenti, ipovedenti e dislessiche ma altro resta da fare. Per questo, abbiamo programmato un audit con la Fondazione LIA, per migliorare i percorsi di accesso e la lettura.

Da tempo abbiamo cercato di rispondere a esigenze di ipovedenti, non vedenti e dislessici. Nel reader i testi sono strutturati semanticamente in formato standard html5, non hanno Drm e la lettura è ottimizzata per l’integrazione con tecnologie assistive. Quando presenti, è possibile visualizzare il testo alternativo a descrizione delle immagini. E’ anche possibile modificare dimensione del carattere e colore dello sfondo, oltre ché scegliere la font, inclusa OpenDyslexic, realizzata per essere particolarmente adatta per la lettura di persone con dislessia.

Per migliorare ulteriormente, rendendo accessibili in particolare anche i principali percorsi di accesso al reader, è in programma un’audit della Fondazione LIA, dopo la quale verranno definiti ulteriori interventi.

Gli standard di riferimento

Per lo sviluppo della nuova piattaforma, facciamo riferimento alle linee guida internazionali che definiscono i requisiti da seguire per rendere i contenuti Web e le soluzioni di lettura più accessibili e facili da usare per le persone con disabilità:

  • per la piattaforma, le linee guida sull’accessibilità pubblicate dal World Wide Web Consortium (W3C), con l’obiettivo di allinearci alle Linee guida sull’accessibilità dei contenuti Web (WCAG) 2.1 Livello AA
  • per il reader, le indicazioni del DAISY Consortium
  • per l’interfaccia grafica, le più aggiornate tecnologie web a disposizione (HTML, CSS e JavaScript)
  • per i contrasti di colore degli elementi dell’interfaccia grafica, le linee guida WCAG