Il concetto di minoranza religiosa dal diritto internazionale al diritto europeo
Genesi, sviluppo e circolazione

Editore: Il Mulino

Pubblicazione online: 2020
Isbn edizione digitale: 9788815366238
DOI: 10.978.8815/366238

Pubblicazione a stampa: 2020
Isbn edizione a stampa: 9788815286291
Collana: Percorsi
Pagine: 336

  • Trova nel catalogo di Worldcat
Come si è sviluppato il concetto di minoranza religiosa nel diritto internazionale dal primo dopoguerra fino ai nostri giorni? Il volume risponde alla domanda attraverso un percorso che ricostruisce la genealogia della nozione di minoranza religiosa nel prisma della sua definizione giuridica, della sua genesi nel diritto della Società delle Nazioni, del suo sviluppo da parte delle Nazioni Unite e della circolazione nel Consiglio d’Europa, nell’Unione Europea e nell’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa. Le tre fasi – genesi, sviluppo, circolazione – scandiscono la trasformazione di un concetto che, sprovvisto di una definizione giuridica ufficiale, diviene, a partire dal secondo dopoguerra, una categoria sempre più esposta alle trasformazioni che investono le minoranze religiose. In questa luce, la qualificazione giuridica dello status delle minoranze religiose rappresenta anche uno strumento innovativo per indagare fenomeni più ampi come le sovrapposizioni tra religioni e migrazioni, l’intersezione tra identità religiosa, identità di genere e orientamento sessuale, e le sinergie tra istituzioni internazionali nella tutela dei diritti umani.
Co-funded by the Erasmus+ Programme of the European Union, Jean Monnet Actions - Project Boosting European Security Law and Policy: Focus on flows of migrants, data security and movement of capitals
Il volume è pubblicato con il contributo del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Siena

è dottore di ricerca in Studi costituzionalistici italiani, europei e transnazionali all’Università di Genova, ricercatore associato presso il CNRS, Groupe Sociétés, Religions, Laïcités (GSRL), EPHE-CNRS, di Parigi e membro associato alle ricerche in diritto e religione del centro di ricerca Droit, religion, entreprise et société (DRES) presso l’Università di Strasburgo. Dal 2017 al 2019 è stato assegnista di ricerca in diritto ecclesiastico e canonico presso il Dipartimento di giurisprudenza dell’Università di Siena.