La crisi dell'Eurozona e l'Europa del sud
Un'analisi comparata

Editore: Il Mulino

Pubblicazione online: 2020
Isbn edizione digitale: 9788815366177
DOI: 10.978.8815/366177

Pubblicazione a stampa: 2020
Isbn edizione a stampa: 9788815290700
Collana: Studi e Ricerche
Pagine: 272

  • Trova nel catalogo di Worldcat
Il 20 agosto 2018, data in cui si è concluso il terzo programma di aggiustamento economico per la Grecia, ha segnato simbolicamente la fine di quasi un decennio di crisi e piani di salvataggio. Tuttavia, nonostante siano trascorsi oltre dieci anni dall’inizio della crisi dell’Eurozona, i paesi dell’Europa del Sud non si sono ancora completamente ripresi. Le conseguenze della crisi sono, in certa misura, ancora visibili, e non solo dal punto di vista dei retaggi economici: si pensi a fenomeni quali la nascita di partiti di protesta, il crescente euroscetticismo espresso da diversi settori dell’opinione pubblica, il succedersi di fasi di instabilità politica, la contrazione del welfare state. Il contributo di questo volume è duplice. Da un lato, si analizza il processo decisionale nei sei paesi considerati (Cipro, Grecia, Italia, Malta, Spagna, Portogallo) rispetto a una serie di importanti riforme all’architettura istituzionale dell’Eurozona negoziate nel contesto della crisi. Dall’altro, partendo dalla prospettiva teorica propria dell’intergovernativismo liberale, si esamina il processo di formazione delle preferenze nazionali durante la crisi.

è professore emerito di Scienza politica alla LUISS, Roma. Tra i suoi libri più recenti ricordiamo “Equality, Freedom, and Democracy. Europe After the Great Recession” (Oxford University Press, 2020) e “La comparazione. Un’introduzione metodologica” (Il Mulino, 2020). È uno dei curatori dell’“Handbook of Political Science” (3 voll., Sage Publications, 2020).

è assistant professor of International Relations and Global Politics presso la American University of Rome. È autrice dei volumi “Rethinking Political Risk: Concepts, Theories and Challenges” (Routledge, 2016) e “Il rischio politico. Istruzioni per governare l’incertezza” (LUISS University Press, 2019).