Critica della ragione empatica

Fenomenologia dell'altruismo e della crudeltà
L’ideologia corrente esorta all’empatia confondendola con l’altruismo o persino con la bontà. È un errore fatale. Attraversando arte, filosofia e psicologia, questo libro smonta la connessione semplicistica e falsa tra morale ed empatia e ne costruisce una, più complessa, tra empatia e umanità. Tutti siamo empatici, ma non tutti siamo buoni. L’empatia, infatti, è necessaria anche ai torturatori, ai sadici, a chi – e il mondo contemporaneo, con i suoi muri e le sue derive securitarie ne fornisce innumerevoli esempi – contrappone il "noi" agli altri. Noi non siamo buoni perché siamo empatici ma possiamo diventare migliori conoscendo l’empatia, la sua forza, le sue strategie, i suoi segreti.

insegna Filosofia morale nell’Università di Napoli "Federico II". Si è formata in Francia e in Germania e ha pubblicato numerosi lavori sulla teoria del valore e la fenomenologia dell’azione morale.

Pubblicazione online: 2020
Isbn edizione digitale: 978-88-15-35653-6
DOI: 10.978.8815/356536


Pubblicazione a stampa: 2020
Isbn edizione a stampa: 978-88-15-28569-0
Collana: Saggi
Pagine: 304