La politica estera italiana nel nuovo millennio

Con l’indebolirsi di ancoraggi tradizionali quali l’Unione Europea e gli Stati Uniti, la politica estera italiana è indotta, per la prima volta nella sua storia repubblicana, a ripensare gli obiettivi, le strategie di azione e le modalità attraverso le quali opera. Dopo la fine della struttura bipolare del sistema internazionale, quali sono le sfide che attendono questo settore cruciale del nostro sistema politico? Il volume mostra come nella spiegazione delle politiche estere nazionali si debba superare il dibattito sulla primazia dei fattori interni o esterni, sottolineando come fattori interni e fattori internazionali interagiscano in un processo di ricerca di equilibrio tra le diverse variabili.

è professore ordinario di Scienza politica nell’Università di Siena, dove insegna Relazioni internazionali e Scienza dell’opinione pubblica. Per il Mulino ha pubblicato "Introduzione alla ricerca politica e sociale" (2001) e "L’Europa in Italia. Elite, opinione pubblica e decisioni" (curato con M. Cotta e L. Verzichelli, 2005).

è professore ordinario di Scienza politica nell’Università di Catania, dove insegna Politiche pubbliche dell’Unione Europea e Politica dell’Unione Europea. È presidente della Società Italiana di Scienza Politica.

Pubblicazione online: 2019
Isbn edizione digitale: 978-88-15-35316-0
DOI: 10.978.8815/353160


Pubblicazione a stampa: 2019
Isbn edizione a stampa: 978-88-15-28093-0
Collana: Studi e Ricerche
Pagine: 312