Conflitti di interesse e salute

Come industrie e istituzioni condizionano le scelte del medico
Nel settore della sanità sono in gioco forti interessi economici. Per questo, imparare a riconoscere le condizioni di conflitto di interesse è la base per avviare una seria politica di prevenzione, o di identificazione precoce, delle situazioni di rischio che possono arrecare danno alla salute delle persone o compromettere la fiducia dei cittadini nelle istituzioni. Sulla base di un’attenta analisi della letteratura scientifica, il libro spiega le strategie messe in atto dall’industria (del farmaco, alimentare e dei dispositivi sanitari) per influenzare le scelte dei professionisti della salute e dei cittadini, sottolineando la necessità di elaborare strategie per minimizzare i rischi. L’intento degli autori è costruire consapevolezza, favorendo la capacità di riconoscere l’esistenza e la portata delle situazioni di rischio. Occorre far leva sulle esperienze positive di sostegno all’integrità, ormai numerose in Italia e in molti altri Paesi, ma spesso ancora poco conosciute.

è professore all’Università di Torino dove insegna Scienza delle finanze ed Economia e organizzazione dei sistemi di welfare.

– medico, PhD in Neuroscienze cliniche – ha conseguito un Master in Economia e politica sanitaria e un Master in Valutazione e gestione delle tecnologie sanitarie.

– direttore del Pensiero Scientifico Editore – è presidente dell’Associazione Alessandro Liberati – Network italiano Cochrane.

Pubblicazione online: 2018
Isbn edizione digitale: 978-88-15-35065-7
DOI: 10.978.8815/350657


Pubblicazione a stampa: 2018
Isbn edizione a stampa: 978-88-15-27988-0
Collana: Saggi
Pagine: 192