Quando le persone diventano cose

Corpo e genere come uniche dimensioni di umanità
Soc. editrice Il Mulino
Nelle relazioni interpersonali e sociali molto spesso le persone non vengono considerate per le caratteristiche di personalità, per i contenuti del proprio pensiero e per il proprio modo di comportarsi. Ciò che viene enfatizzato è piuttosto l’aspetto fisico e l’appartenenza al genere femminile o maschile, trascurando la persona nella sua interezza e complessità. Questo libro approfondisce il fenomeno dell’oggettivazione sessuale e ne chiarisce gli aspetti cognitivi, motivazionali e sociali, illustrandone le conseguenze negative sul benessere psicologico e delineando le possibili strategie atte a contrastarlo.

è ricercatore in Psicologia sociale all’Università di Perugia dove insegna Psicologia sociale e Psicologia di comunità. Per il Mulino ha pubblicato "L’influenza sociale" (con A. Mucchi Faina e S. Pagliaro, 2012, ed.II).