Dentro l'immagine

Natura, arte e prospettiva in Leonardo da Vinci
La visione, la prospettiva, il "pensare in figura": temi che attraversano gran parte delle dottrine filosofiche e artistiche tra Quattro e Cinquecento, da Cusano a Ficino e Dürer. Il libro indaga il ruolo fondamentale che Leonardo da Vinci, con i suoi scritti e con la sua opera pittorica, ebbe in questa tradizione di pensiero. Nell’uso leonardesco della prospettiva, lumi e ombre assurgono a emblemi dell’antitesi tra conoscenza e ignoranza; mentre in alcuni suoi celebri ritratti si ripropone la contesa tra "divina proporzione" e caos delle origini. Due esempi della propensione, tipica del poliedrico genio di Leonardo, ad esprimere contenuti scientifici in modo figurato.

insegna Filosofia teoretica all’Università di Torino. Tra le sue pubblicazioni ricordiamo: "L’Angelo della melancholia" (Mimesis, 2009), "Resti del senso" (Aracne, 2012), "Raffigurare l’invisibile" (Mimesis, 2012) e "Filosofia delle cose ultime" (Moretti & Vitali, 2013).

Pubblicazione online: 2013
Isbn edizione digitale: 978-88-15-31670-7
DOI: 10.978.8815/316707


Pubblicazione a stampa: 2013
Isbn edizione a stampa: 978-88-15-24731-5
Collana: Studi e Ricerche
Pagine: 184