Cristianesimo e potere

«Il potere ha sempre a che fare con il sacro e la grandezza dell’Occidente è consistita soprattutto nel recintare il sacro, non nell’espellerlo come un demone. Questo ha permesso la de-magificazione del mondo e la nascita della politica come tecnica. L’Occidente nella sua storia ha imparato a tenere a bada il sacro senza scacciarlo e questa è la nostra conquista della laicità, conquista che ora è in pericolo sotto il duplice attacco dei fondamentalismi e delle nuove religioni politiche»
Il volume affronta un tema che costituisce il filo rosso di tutta l’indagine dello storico Prodi: una ricerca dedicata a mettere in luce come la caratteristica della civiltà europea sia la peculiare divisione di ambiti fra Chiesa e Stato. Indagine storica ma insieme riflessione sulle trasformazioni di un presente in cui questo secolare equilibrio pare destinato a spezzarsi.

è professore emerito dell’Università di Bologna. Tra i suoi libri per il Mulino: "Il sacramento del potere" (1992), "Una storia della giustizia" (2000), "Il sovrano pontefice" (2006), "Settimo non rubare" (2009).

Pubblicazione online: 2012
Isbn edizione digitale: 978-88-15-30992-1
DOI: 10.978.8815/309921


Pubblicazione a stampa: 2012
Isbn edizione a stampa: 978-88-15-24053-8
Collana: Forum
Pagine: 232