That's amore!

La lingua italiana nella musica leggera straniera
Fuori d’Italia la fama secolare dell’italiano "lingua del canto" per eccellenza resta ancora oggi viva e vitale. Accanto all’italiano da esportazione di Caruso, Modugno, Pausini, Bocelli, si registra infatti anche una diffusione della nostra lingua in bocca straniera che nasce e prospera nella produzione estera trasversalmente a epoche e generi musicali. Da Dean Martin ed Elvis Presley fino all’hip hop di Chamillionaire e Tupac Shakur, al post-punk dei Tuxedomoon, all’heavy metal degli Haggard, italianismi e pseudoitalianismi costellano la musica leggera straniera e fanno da cassa di risonanza globale della nostra cultura all’estero, in bilico tra gli stereotipi (la dolce vita e l’amore romantico) e la parodia (la malavita e l’esplicita allusione erotica).

insegna Linguistica italiana all’Università della Tuscia. Tra i suoi ultimi lavori segnaliamo: «Ruscelli grammatico e polemista. I "Tre discorsi a Lodovico Dolce"» (Vecchiarelli, 2011) e "Linguaggi specialistici dell’italiano" (con R. Gualdo, Carocci, 2011).

Pubblicazione online: 2012
Isbn edizione digitale: 978-88-15-30976-1
DOI: 10.978.8815/309761


Pubblicazione a stampa: 2012
Isbn edizione a stampa: 978-88-15-23976-1
Collana: Saggi
Pagine: 264