Romanzo mondo

La letteratura nel villaggio globale
Soc. editrice Il Mulino
Nella sua lunga storia il romanzo ha avuto grande circolazione internazionale sempre portando in sé ben radicati i segni delle sue patrie linguistiche e culturali (Francia, Inghilterra, Russia, Germania, Italia). Ma che succede dei luoghi quando le differenze linguistiche e culturali si attenuano e ogni specificità nazionale si riduce? Se si allentano i rapporti tra lingua e patria, in che terra affonda le sue radici lo scrittore? Il libro segue la progressiva de-nazionalizzazione del romanzo, in un percorso che vede i tratti locali prima sconvolti poi sopraffatti da quelli planetari, fino all'epoca attuale in cui il mondo è insieme paese d'origine e di destinazione del più occidentale fra i generi letterari. Nella narrativa contemporanea emerge così una inedita inessenzialità dei luoghi, letterariamente divenuti interscambiabili.

insegna Storia della lingua italiana nell'Università di Genova. Tra i suoi libri: "Da Monteverdi a Puccini" (2003) e "Storia dell'italiano letterario" (1993) pubblicati da Einaudi. È inoltre autore del "Dizionario della lingua italiana" (con F. Sabatini, Sansoni, 2008).

Pubblicazione online: 2011
Isbn edizione digitale: 978-88-15-30448-3
DOI: 10.978.8815/304483


Pubblicazione a stampa: 2011
Isbn edizione a stampa: 978-88-15-15049-3
Collana: Saggi
Pagine: 144