Politica in Italia. Edizione 2011

I fatti dell'anno e le interpretazioni
Il 2010 ha segnato la metà del mandato elettorale del quarto governo Berlusconi. Dalle elezioni regionali al dibattito sul federalismo il volume fa il punto sugli avvenimenti che hanno scandito la vita politica italiana nel corso dell'anno. L'agenda politica è apparsa dominata dal quotidiano e priva di un disegno strategico di lungo periodo. La risicata tenuta del governo, dopo la fiducia del 14 dicembre, ha lasciato quasi una sensazione di "molto rumore per nulla". Una crisi scongiurata, forse solo rinviata: permangono i problemi ormai cronici di un paese che arranca e non cresce, sempre più diviso al suo interno tra aree geografiche, categorie sociali e professionali e, soprattutto, tra generazioni.

è professore ordinario di Scienza politica nell'Università di Bologna. Con il Mulino ha pubblicato "La politica del lavoro" (1998), "Salvati dall'Europa?" (con M. Ferrera, 1999) e "Le pubbliche amministrazioni in Italia" (curato con G. Capano, II ed. 2011).

insegna Politica comparata presso il Dipartimento di Scienze politiche dell'Università della California, Santa Cruz. Tra le sue ultime pubblicazioni: "Political Branding in Cities: The Decline of Machine Politics in Bogotá, Naples and Chicago" (2009, Cambridge University Press).

Pubblicazione online: 2011
Isbn edizione digitale: 978-88-15-30433-9
DOI: 10.978.8815/304339


Pubblicazione a stampa: 2011
Isbn edizione a stampa: 978-88-15-23352-3
Collana: Pubblicazioni dell'Istituto Carlo Cattaneo
Pagine: 336