Veleno

Credenze, crimini, saperi nell'Italia moderna
L'Italia del Rinascimento è un paese di intrighi, complotti e violenze; le sue piccole corti turbolente dove fioriscono le arti, scrisse nell'Ottocento il grande storico Burckhardt, sono abitate da uomini "nei quali la scelleratezza è portata al colmo, e che commettono il delitto per il delitto". L'Italia del Rinascimento è l'Italia degli spietati Borgia, il paese del pugnale e del veleno. Del veleno, soprattutto. Esperto ad un tempo di storia della giustizia e di storia della medicina, Pastore pone dunque sotto la lente un tema molto italiano, studiandolo nei suoi più diversi aspetti. In primo luogo mette in luce come si sia venuta creando nel corso del tempo l'immagine dell'Italia come terra di avvelenatori; uscendo poi dal mondo delle corti e degli intrighi politici, analizza il delitto di veneficio nella trattazione dei giuristi, ne riscontra casi concreti nelle carte dei tribunali, illustra le posizioni e le ricerche della medicina in materia di identificazione dei veleni, di preparazione degli antidoti, di esperimenti sugli animali e sull'uomo.
Due contributi, erogati dal Wellcome Trust di Londra e dall’Università degli Studi di Verona, hanno permesso di raccogliere la documentazione necessaria alla preparazione di questo libro. Una versione francese di due paragrafi del capitolo V, ridotta e modificata, è apparsa in «Revue d’Histoire des Sciences Humaines», 22, 2010, pp. 17-35.

insegna Storia moderna nella Facoltà di Lettere e filosofia dell'Università di Verona. Tra i suoi libri: "Crimine e giustizia in tempo di peste nell'Europa moderna" (Laterza, 1991), "Il medico in tribunale. La perizia medica nella procedura penale d'antico regime" (Casagrande, 1998). Con il Mulino ha pubblicato "L'uso del denaro" (curato con M. Garbellotti, 2001), "Alpinismo e storia d'Italia" (2003) e "Le regole dei corpi" (2006).

Pubblicazione online: 2010
Isbn edizione digitale: 978-88-15-22945-8
DOI: 10.978.8815/229458


Pubblicazione a stampa: 2010
Isbn edizione a stampa: 978-88-15-13873-6
Collana: Saggi
Pagine: 276