Cesare e Dio

Potere spirituale e potere secolare in Occidente
Il dibattito su Chiesa e laicità dello Stato assume oggi toni sempre più accesi. Ma come si è sviluppata in Occidente la riflessione su cosa sia di pertinenza della Chiesa e cosa dello Stato? A partire dalla famosa frase di Gesù nel Vangelo di Matteo, "Date a Cesare quel che è di Cesare e a Dio quel che è di Dio", queste pagine tracciano il percorso difficile e tortuoso della relazione tra potere secolare e potere spirituale, mostrando come, nelle varie epoche e alla luce degli eventi storici, quella affermazione sia stata diversamente interpretata. Dalle origini del cristianesimo fino all'emergere degli Stati moderni, l'autore fornisce un quadro completo e affascinante in cui si ritrovano le radici di una relazione complessa. Una lettura illuminante, nell'attuale epoca di trasformazioni e crisi dello Stato e della politica.

insegna Letteratura cristiana antica nell'Università Cattolica di Milano. Tra le sue pubblicazioni: "Ideologia e retorica negli exordia apologetici. Il problema dell'altro" (Vita e Pensiero, 1993), "La politica e la religione" (con F. Riva, Edizioni Lavoro, 2000) e "L'anticristo. Il nemico dei tempi finali" (con G.L. Potestà, Mondadori, 2005).

Pubblicazione online: 2009
Isbn edizione digitale: 978-88-15-14288-7
DOI: 10.978.8815/142887


Pubblicazione a stampa: 2009
Isbn edizione a stampa: 978-88-15-13108-9
Collana: Saggi
Pagine: 224