Coppie flessibili

Progetti e vita quotidiana dei lavoratori atipici
Nella percezione comune il passaggio alla vita adulta viene identificato con l'ingresso nel mondo del lavoro, la costruzione di una famiglia, l'arrivo dei figli. Le trasformazioni economiche e sociali cui assistiamo da almeno un decennio mettono in discussione queste premesse, modificando i percorsi della realizzazione professionale, della vita di coppia, dell'esperienza di genitore. A tutt'oggi scarsa attenzione è stata dedicata alle implicazioni che le nuove forme di flessibilità del lavoro possono avere su strategie e stili di vita, modelli di consumo e risparmio, orari di lavoro e uso del tempo libero, formazione della famiglia e scelte procreative, rapporti di genere e altre sfere della vita quotidiana. E' gravoso assumere responsabilità quando l'ordine temporale di riferimento è limitato al breve periodo e le risorse economiche sono esigue. L'insicurezza frena le decisioni e ritarda gli appuntamenti con i propri progetti, lasciare la casa dei genitori diventa un problema, il rapporto di coppia risulta faticoso, la scelta di avere figli può essere rimandata o apparire preclusa, il tempo per sé rischia di ridursi ai puri gesti ripetitivi del consumo. Questa ricerca sulle nuove "coppie flessibili" getta un illuminante scandaglio in un territorio ancora quasi inesplorato.

insegna Sociologia dei processi culturali nella Facoltà di Sociologia dell'Università di Roma.

Pubblicazione online: 2009
Isbn edizione digitale: 978-88-15-14156-9
DOI: 10.978.8815/141569


Pubblicazione a stampa: 2006
Isbn edizione a stampa: 978-88-15-11402-0
Collana: Il Mulino/Ricerca
Pagine: 272