News

Online su Darwin

Nuove edizioni digitali online / 09 maggio

May 9, 2017

Online su Darwinbooks due nuovi titoli tratti dalle collane di ricerca del Mulino. Si tratta del volume di A.G. Manca sui vent’anni di storia costituzionale della monarchia prussiana (1848-1870) e sui principali ambiti di interesse del procedimento legislativo, e del volume di D. Stevanato sull'evoluzione dell'Irpef da imposta generale sul reddito complessivo a tributo frammentario e selettivo e sulle possibilità di ripristino dell'equità fiscale offerte dalla flat tax.

  • Anna Gianna Manca, Costituzione e amministrazione della monarchia prussiana (1848-1870)
    Il volume affronta i circa vent’anni di storia costituzionale della monarchia prussiana che precedono l’unificazione tedesca del 1871 e prende le mosse dalla rivoluzione del 1848. Gli ambiti di indagine individuati come fondamentali per poter ricomporre un quadro il più possibile completo della storia costituzionale della Prussia sono 13: territorio, struttura costituzionale dello stato centrale, elezioni, diritti, amministrazione, giustizia, esercito, cultura costituzionale, rapporti Chiesa-Stato, istituzioni educative e formative, finanze, legislazione politico-economica e politico-sociale. Da ognuno di questi ambiti è possibile ricavare un tassello che, congiunto agli altri, va a comporre un quadro complesso e dinamico di strutture, istituzioni e culture, di costituzione formale e materiale, di evoluzione spontanea e di attenta regolazione delle relazioni tra Stato e società, di configurazione statica e di funzionamento dinamico di sistemi e sottosistemi organizzativi. Particolare attenzione è prestata ai problemi di legittimazione e di sostenibilità del sistema politico-costituzionale nel suo complesso.

  • Dario Stevanato, Dalla crisi dell'Irpef alla flat tax. Prospettive per una riforma dell'imposta sul reddito
    Scopo dell’imposta personale sul reddito era realizzare i principi di universalità e progressione, aggravare i redditi fondati, esentare quelli minimi. Si è invece verificato l’opposto e l’Irpef si è trasformata in un tributo frammentario e selettivo, dove la progressività è ormai confinata ai soli redditi di lavoro, con ribaltamento dei postulati di partenza e una discriminazione qualitativa contronatura. Dietro alla facciata dell’imposta generale sul reddito complessivo, si sono infatti moltiplicati in modo caotico regimi sostitutivi e norme d’eccezione, senza alcuna riconoscibile idea di tax design. Quale può essere la soluzione a questo stato di cose? L’applicazione di aliquote progressive ai redditi oggi tassati in via sostitutiva e proporzionale implicherebbe la rinuncia a collaudati meccanismi cedolari e maggiorazioni d’imposta difficilmente sostenibili. Va dunque esplorata, più pragmaticamente, la possibilità di aggregare il consenso intorno a una diversa ipotesi: lo sgravio su lavoratori e classi produttrici, nonché il ripristino dell’equità orizzontale, potrebbero trovare realizzazione a patto di superare il dogma delle aliquote graduate, a favore di una ragionevole progressività per deduzione, ottenuta grazie alla flat tax: un’imposta ad aliquota piatta con esenzione generalizzata dei redditi di sussistenza.

Per essere sempre aggiornati sul lavoro di sviluppatori e redattori, le nuove funzionalità e le novità sui libri in corso di pubblicazione, seguiteci anche su Twitter, @darwinbooks, e Facebook.

NEW. Novità nell'autenticazione Darwinbooks
Sfogliare online le pubblicazioni del Mulino è ora più semplice grazie alla possibilità di accedere tramite autenticazione federata, in seguito all'adesione dell'editore - primo in Italia - alla Federazione IDEM.

Keywords: