News

Online su Darwin

Nuove edizioni digitali online / 3 novembre

November 3, 2015

Sono online due nuovi titoli tratti dalle collane di ricerca del Mulino. Si tratta del volume curato da G. Mannozzi e G. A. Lodigiani sulla giustizia come rieducazione, e del volume di R. Brigati sul concetto di meritocrazia.

  • Grazia Mannozzi, Giovanni Angelo Lodigiani (a cura di), Giustizia riparativa. Ricostruire legami, ricostruire persone
    Non solo violazione di una norma, il reato è soprattutto una ferita inflitta a un singolo o a una comunità. Rispetto ai danni e alle lacerazioni subite, le vittime sempre più esprimono una domanda di riparazione. Considerato che la pena detentiva raramente rieduca, quasi mai ripara, occorre un approccio innovativo che restituisca centralità alla vittima: è quanto propone la giustizia riparativa. Il libro promuove l’idea di tutelare le vittime anche rinunciando alla pena, ma garantendo risposte concrete al loro bisogno di riparazione, ascolto, riconoscimento. Già sperimentata all’estero come metodo di gestione dei conflitti – nelle scuole, nelle università, nelle organizzazioni – la giustizia riparativa è quanto mai essenziale nelle società complesse a forte pluralismo culturale, chiamate a lavorare sul tessuto relazionale per garantire la loro stessa sopravvivenza.

  • Roberto Brigati, Il giusto a chi va. Filosofia del merito e della meritocrazia
    È opinione comune che merito e meritocrazia fondino l’uguaglianza e la giustizia sociale. Ma esiste un modo “naturale” e definitivo di ordinare secondo il merito due azioni? Una società meritocratica è qualcosa di diverso da un ordine sociale basato sulla produttività? Partendo da un’analisi filosofica del concetto stesso di merito, l’autore ne mette in luce la fondamentale ambiguità semantica, dimostrando che i suoi criteri di attribuzione possono avere un valore morale differente e che una prestazione rischia di essere giudicata meritevole in quanto corrisponde a criteri che a loro volta non sono giusti.

Per essere sempre aggiornati sul lavoro di sviluppatori e redattori, le nuove funzionalità e le novità sui libri in corso di pubblicazione, seguiteci anche su Twitter, @darwinbooks, e Facebook.

Keywords: