News

Online su Darwin

Nuove edizioni digitali online / 8 aprile

April 8, 2013

Sono disponibili su Darwin nuovi titoli in edizione digitale. Si tratta dei volumi di F. Russo dedicato a che cosa fanno e come ci rappresentano i nostri parlamentari; di E. Papadia, sulla generazione borghese che accolse la guerra del 1915 con entusiasmo; e di S. Gerotto che offre una fotografia politico-istituzionale della Svizzera.

  • Federico Russo, Gli Onorevoli. Cosa fanno e come ci rappresentano i nostri parlamentari
    La legge elettorale del 2005, ribattezzata eloquentemente "Porcellum", ha allargato nel nostro paese il divario tra eletti ed elettori, affidando di fatto ad alcuni segretari di partito le scelte sulla composizione del Parlamento. Quelli che dovrebbero essere nostri rappresentanti sono ormai considerati una casta di privilegiati che si limitano a votare leggi scritte da altri. Analizzando le attività degli eletti alla Camera, il libro dimostra che esistono grandi differenze tra i deputati: alcuni si dedicano soprattutto a difendere gli interessi del proprio collegio, altri si specializzano in un certo settore di policy, altri ancora si impegnano al minimo nelle attività parlamentari. La carriera politica e le esperienze professionali precedenti influenzano in modo determinante il ruolo che gli eletti assumono una volta conquistato il seggio.
  • Elena Papadia, Di padre in figlio. La generazione del 1915
    In Italia, come del resto in tutti i paesi europei coinvolti nel conflitto, lo scoppio della prima guerra mondiale fu accolto con entusiasmo dalla gioventù borghese. Il libro traccia un profilo della generazione del 1915, soffermandosi non tanto sulle sue diverse componenti politiche, quanto nelle sue caratteristiche culturali, psicologiche, familiari. Cosa leggevano i giovani "interventisti"? Che idea avevano di loro stessi, e della storia del proprio paese? Che tipo di educazione avevano ricevuto, e che rapporto avevano con i loro padri? Muovendosi tra pubblico e privato, l’autrice inserisce i giovani patrioti d’inizio secolo in una più ampia prospettiva generazionale, esplorando da vicino le modalità di trasmissione e di ricezione non solo del sentimento patriottico, ma anche di quell’alto senso dell’onore che ne era stretto corollario.
  • Sergio Gerotto, Svizzera
    Il lungo e pacifico percorso storico comune, la condivisione di miti nazionali e dei fondamenti istituzionali (federalismo, democrazia diretta, neutralità) sono fonte di orgoglio per il popolo svizzero. La forma di governo di questo paese - qui illustrata con chiarezza - è unica al mondo, come unico è il suo sistema politico-istituzionale (una democrazia semi-diretta). Economicamente avanzato (settori chiave sono quelli ad alta produzione di reddito), forte di aperture internazionali (è sede di numerose organizzazioni e multinazionali), incontra tuttavia crescenti difficoltà per la scarsa integrazione nel contesto europeo. Di recente la spinta alla finanziarizzazione ha esposto la Svizzera ai rischi della crisi mondiale.

 

 

Keywords: