Vai al contenuto

Teoria e teologia della storia
L’uomo alla ricerca del proprio senso

Editore: Carocci

Pubblicazione online: 2021
Isbn edizione digitale: 978-88-29-00820-9
DOI: 10.978.8829/008209

Pubblicazione a stampa: 2016
Isbn edizione a stampa: 978-88-43-08089-2
Collana: Biblioteca di testi e studi
Pagine: 700

  • Trova nel catalogo di Worldcat
Per l’uomo che pensa, il primato della domanda non è soltanto relativo all’apparire dell’essere, ma anche al fatto che esso sia destinato a passare. L’uomo, infatti, si chiede che senso ha la propria esistenza nel tempo che trascorre. Perché è costretto a vivere inabissato nella propria storia e da essa non può sfuggire. Il volume presenta la teoria per cui la storia è il dipanarsi di una parola di Dio (teo-logia), la quale, alla fine e per chi lo vorrà, sarà una parola di salvezza in senso interale. La teoria osserva l’avvenuto inserimento della figura di salvezza attuato dal cristianesimo, in Gesù Cristo, e la conseguente radicale trasformazione antropologica di cui la coscienza storica attuale è lo stigma. La teoria, poi, intende dimostrare che l’esistenza temporale di ciascuno di noi non è una traccia biografica che andrà persa nel nulla. Anzi, il suo valore sarà trattenuto da Dio che, in Gesù Cristo, ha reso storia la propria Parola fattasi carne. La teoria dichiara il nostro tempo non come una insignificante giustapposizione di "e" tra un evento e l’altro, ma che esso, con Dio, può incidere per sempre l’"è" stabile che la storia universale rappresenta, come accade al frammento sul tutto.

─ dottore di ricerca in Teologia e in Filosofia ─ è professore incaricato di Teologia nella Pontificia Università Lateranense, Città del Vaticano, e docente stabile nello Studio Teologico “Laurentianum” nelle due Sedi di Venezia e Milano. Tra le varie pubblicazioni: Oltre la fine della storia. La coscienza cristiana dell’Occidente (Bruno Mondadori, 2004); Il principio di noncontraddizione in Aristotele (Bollati Boringhieri, 2008); La Ragione della storia. Per una filosofia della storia come scienza (Bollati Boringhieri, 2011); Jean Daniélou (Morcelliana, 2011), tutti tradotti in altre lingue.