Vai al contenuto

Alessandro Manzoni filosofo del linguaggio
Scritti e studi nel contesto europeo

Editore: Carocci

Pubblicazione online: 2021
Isbn edizione digitale: 978-88-29-00818-6
DOI: 10.978.8829/008186

Pubblicazione a stampa: 2018
Isbn edizione a stampa: 978-88-43-08898-0
Collana: Biblioteca di testi e studi
Pagine: 200

  • Trova nel catalogo di Worldcat
C’è un Manzoni filosofo del linguaggio, pienamente inserito nel contesto europeo, quasi del tutto sconosciuto sia al mondo scientifico sia al grande pubblico e che merita di essere portato alla luce. Le riflessioni di filosofia del linguaggio di Manzoni sono disseminate nella selva di note, frammenti e appunti del Della lingua italiana, qui per la prima volta affrontati entro uno sguardo testuale organico e accompagnato da un commento critico. Il saldo fil rouge teoretico conduce dalla semantica dei sostantivi all’ontologia del linguaggio, alle riflessioni sulle lingue e sul loro divenire, alla grande questione dell’origine del linguaggio, per finire con il ruolo dei traslati nel processo conoscitivo. Con questo volume si riguadagna alla storia della filosofia un pensatore ancora spesso percepito, a causa dell’eredità crociana e di eccessive settorializzazioni disciplinari, solo come un letterato.
Questa ricerca e la sua pubblicazione sono state finanziate dall’Università Cattolica del Sacro Cuore nell’ambito dei suoi programmi di promozione e diffusione della ricerca scientifica

svolge attività di ricerca e formazione in Filosofia del linguaggio presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, dove ha conseguito il dottorato di ricerca sui rapporti tra il pensiero filosofico e quello letterario di Manzoni (Pensare con le parole. Saggio su Alessandro Manzoni poeta e filosofo, 2013). Ha la laurea in Filosofia (La persona e la libertà in Antonio Rosmini, 2006) e il diploma di magistero in Scienze religiose. Collabora dalla fondazione con il Coordinamento Intersocietario per la Storia del Pensiero Linguistico e Semiotico (CISPELS).