Donna

Storia e critica di un concetto polemico
Il libro segue i movimenti del concetto di donna attraverso le parole delle donne che nell’età moderna hanno contestato, individualmente e collettivamente, la sua definizione patriarcale. Il concetto di donna è doppiamente polemico. Esso afferma la differenza sessuale come differenza politica, mentre nega il carattere universale di quei concetti che permettono di rappresentare l’unità dell’ordine politico e sociale e quindi mostra la divisione fondamentale che lo costituisce. Allo stesso tempo, è un concetto segnato da differenze – di razza, di classe, di cultura – che ne rideterminano continuamente e conflittualmente il contenuto. Fare la storia del concetto di donna significa così affermare una diversa prospettiva sulla storia, una prospettiva parziale che pone le basi per la critica femminista del presente.

insegna Storia delle dottrine politiche e Feminist Critiques of Political and Social Thought all’Università di Bologna. Fra i suoi libri segnaliamo "Por la senda de Occidente. Republicanismo y Constitución en el pensamiento político de Simón Bolívar" (2007) e, per il Mulino, "L’inventore della Costituzione. Jeremy Bentham e il governo della società" (2014); ha inoltre curato il volume di W. Brown, "La politica fuori dalla storia" (Laterza, 2011).

Pubblicazione online: 2020
Isbn edizione digitale: 978-88-15-35663-5
DOI: 10.978.8815/356635


Pubblicazione a stampa: 2020
Isbn edizione a stampa: 978-88-15-28603-1
Collana: Studi e Ricerche
Pagine: 184