Il welfare aziendale

Una prospettiva giuridica
Fenomeno finora poco indagato dalla comunità giuridica, il welfare aziendale è oggetto di un crescente interesse da parte delle imprese e dei lavoratori e costituisce una delle più rilevanti novità nel campo delle politiche retributive del personale. Di recente la legislazione è intervenuta a suo sostegno, nel quadro di un rinnovato sviluppo delle relazioni industriali: diversamente dal passato, i piani di welfare agevolati fiscalmente possono essere stabiliti dalla contrattazione collettiva aziendale, e non più soltanto dall’iniziativa unilaterale del datore di lavoro. Si delineano così scenari inediti per la contrattazione di secondo livello, che si pone come strumento privilegiato per l’introduzione e l’implementazione delle misure di welfare aziendale. Contemporaneamente sono state gettate le basi normative per creare uno stretto legame con la retribuzione di produttività, poiché gli accordi collettivi a livello aziendale o territoriale possono prevedere la convertibilità di questa quota della retribuzione premiale in prestazioni di welfare aziendale. Questo volume, che si avvale dell’apporto di giuslavoristi e di esperti di relazioni industriali, prende le mosse da un’analisi interdisciplinare del welfare aziendale, per poi approfondirne i profili giuridici e presentare una ricognizione critica di alcune importanti esperienze.

è professore aggregato nel Dipartimento di Scienza della Formazione dell’Università Roma Tre.

è professore ordinario di Diritto del lavoro nell’Università Roma Tre.

è professore ordinario di Diritto del Lavoro nell’Università di Roma Tre. Per il Mulino ha curato, assieme a Luisa Corazza, "Diritto del lavoro in trasformazione" (2014).

Pubblicazione online: 2019
Isbn edizione digitale: 978-88-15-35635-2
DOI: 10.978.8815/356352


Pubblicazione a stampa: 2019
Isbn edizione a stampa: 978-88-15-27360-4
Collana: Percorsi
Pagine: 288