La medialità della storia

Nuovi studi sulla rappresentazione della politica e della società
La storia dei mass media dell’epoca moderna e contemporanea è ormai da tempo in forte evoluzione. A ciò contribuiscono diversi fattori, tra cui i molteplici impulsi provenienti dalle esperienze odierne. Se sul fronte dell’offerta nuove piattaforme di comunicazione soddisfano i bisogni di informazione e di intrattenimento di ampi gruppi sociali, su quello della domanda si registra invece una continua decomposizione delle categorie tradizionali del pubblico. In un’ottica storica di lungo periodo, i mutamenti dell’ensemble mediale non costituiscono in realtà una novità assoluta; tuttavia i mass media che si sono affermati nelle epoche precedenti – ossia giornali, radio, film e televisione – possono ormai essere considerati come media storici. Anche dal punto di vista teorico il campo della storia dei media si è ampliato: la ricerca si basa oggi sulla convinzione che i mass media non siano una semplice «rappresentazione» o uno «specchio» di una realtà extramediale, ma che in virtù delle loro strutture specifiche riescano a produrre interpretazioni suscettibili di condizionare l’azione dei fruitori. Si tratta dunque di un sostanziale cambiamento di prospettiva, da una storia dei media verso uno studio della medialità della storia, che questo volume nel suo insieme intende affrontare.

è borsista «Marie Skłodowska-Curie» pres­so lo European University Institute di Firenze e collabora con l’Istituto Storico Italo-Germanico della Fondazione Bruno Kessler. Le sue ricerche riguardano la storia delle politiche di pianificazione nell'Europa occidentale del secondo dopoguerra, le relazioni transa­­tlan­­­­tiche, la storia della socialdemocrazia europea, la vicenda dell’Alto Adige nel Novecento e i rapporti sino-tedeschi durante la Guerra fredda.

è professore di Storia contemporanea presso l’Università di Francoforte sul Meno e dal 2017 è direttore dell’Istituto Storico Italo-Germanico della Fondazione Bruno Kessler. I suoi principali ambiti di ricerca sono la storia dell’Europa nel XIX e XX secolo, la storia della storiografia e la storia della cultura della memoria.

Pubblicazione online: 2019
Isbn edizione digitale: 978-88-15-35363-4
DOI: 10.978.8815/353634


Pubblicazione a stampa: 2019
Isbn edizione a stampa: 978-88-15-27979-8
Collana: Annali dell'Istituto storico italo-germanico in Trento
Pagine: 354