Dai Romani a noi

Conversazione con Francesca Prescendi e Daniele Morresi
Che rapporto c’è fra il nostro presente e il passato remoto del mondo classico? In che modo esso ci parla, fa parte della nostra cultura, è un elemento costitutivo della nostra identità? E l’identità, poi, che cos’è? E la tradizione? Interrogativi attorno ai quali da tempo si concentrano gli studi di Maurizio Bettini, che al mondo classico, romano in particolare, ha dedicato contributi profondamente innovativi, da un lato affrontandolo in una nuova prospettiva antropologica, e dall’altro ponendolo in dialogo con il presente. Nel libro, Francesca Prescendi e Daniele Morresi ripercorrono con Bettini tutti gli argomenti forti della sua ricerca: dal tema dell’identità e della tradizione a quello del tradurre, dal folclore al politeismo, alla superstizione, al mito; fanno poi il punto sugli studi di antropologia del mondo antico, e delineano infine il percorso scientifico dello studioso.
Francesca Prescendi, studiosa di storia delle religioni, insegna nell’Università di Ginevra.
Daniele Morresi insegna nella Scuola internazionale di Ginevra.

– classicista e scrittore – insegna Filologia classica nell’Università di Siena. È autore di romanzi e racconti e collabora alle pagine culturali di «Repubblica». Per il Mulino dirige la collana "Antropologia del mondo antico" e ha pubblicato "Elogio del politeismo" (2014), "Radici" (2016), "Il grande racconto dei miti classici" (nuova ed. 2018), "Viaggio nella terra dei sogni" (2017), "Il mito. Discorso autorevole o racconto screditato?" (2019).

Pubblicazione online: 2019
Isbn edizione digitale: 978-88-15-35362-7
DOI: 10.978.8815/353627


Pubblicazione a stampa: 2019
Isbn edizione a stampa: 978-88-15-28375-7
Collana: Saggi
Pagine: 264