EXPOst

Le conseguenze di un grande evento
Come si possono valutare i grandi eventi? Di certo non trattandoli alla stessa stregua di una qualsiasi opera pubblica. Se ci si ostina soltanto a stimare il PIL aggiuntivo, l’occupazione creata o il numero di turisti in arrivo, è inevitabile che vi sarà sempre un’irriducibile opposizione: tra chi, ammantato di autorità e consenso, sosterrà l’assoluta necessità dei grandi eventi e chi, sulla base di argomenti "scientifici", dirà solo che non bisogna mai farli. Con la loro analisi gli autori mostrano come EXPO Milano 2015 sia intervenuto sulla dinamica di sviluppo del territorio, aprendo una finestra di opportunità che ha permesso a soggetti pubblici e privati di fare innovazione, realizzare i propri obiettivi e creare al tempo stesso "valore pubblico". E mostrano che i meccanismi che sono alla base di queste innovazioni possono essere individuati e replicati in altre situazioni.

Simone Busetti è professore a contratto di Analisi delle Politiche Pubbliche all’Università Milano Bicocca. È autore di "Governing Metropolitan Transport. Institutional Solutions for Policy Problems" (Springer, 2015).

Bruno Dente è professore onorario di Public Policy Analysis al Politecnico di Milano. Il suo ultimo volume per il Mulino è "Le decisioni di policy. Come si prendono, come si studiano" (2011).

Pubblicazione online: 2018
Isbn edizione digitale: 978-88-15-35066-4
DOI: 10.978.8815/350664


Pubblicazione a stampa: 2018
Isbn edizione a stampa: 978-88-15-27965-1
Collana: Saggi
Pagine: 180