Energia e clima

L'altra faccia della medaglia
Sottoscritto a fine 2015 da 196 Stati, l’Accordo di Parigi costituisce un grande risultato politico-diplomatico per un’azione congiunta nella lotta al surriscaldamento globale. Le cose non stanno andando tuttavia come promesso. Quello che gli Stati stanno concretamente facendo è niente rispetto a quel che sarebbe necessario fare, col rischio che Parigi non rappresenti una svolta storica ma solo parole al vento. Nel libro si analizzano i passati cicli di sostituzione delle fonti energetiche, le difficoltà da superare, i costi da sostenere, i lunghi tempi per pervenire all’utopica società zero-carbon. Nella consapevolezza che a toglierci dai guai sarà la tecnologia ma che sarà necessario anche un profondo cambiamento del nostro sistema di valori.

– già professore ordinario di Economia Applicata – è direttore della Rivista "Energia". È stato Ministro dell’Industria e del Commercio con l’estero nel Governo Dini (1995-96). Con il Mulino ha pubblicato "Il rebus energetico" (2008) e "Si fa presto a dire nucleare" (2010).

Pubblicazione online: 2017
Isbn edizione digitale: 978-88-15-33532-6
DOI: 10.978.8815/335326


Pubblicazione a stampa: 2017
Isbn edizione a stampa: 978-88-15-27292-8
Collana: Saggi
Pagine: 256