Manuela Naldini (a cura di)

La transizione alla genitorialità

Da coppie moderne a famiglie tradizionali
Come si configura oggi una decisione cruciale per gli individui e per la società come quella di avere figli? Tre sono le grandi trasformazioni osservabili. Innanzi tutto si diventa genitori per la prima volta più tardi; per le donne avere figli e lavorare sono diventate due esperienze di vita da tenere strettamente insieme; infine, seppure mai come oggi i corsi di vita di giovani uomini e donne appaiano così simili, diventare genitore ha implicazioni e significati molto diversi per madri e padri. La ricerca quanti-qualitativa qui presentata offre un quadro accurato e aggiornato della questione, indagando i meccanismi sociali che entrano in gioco nel determinare le scelte e le decisioni dei futuri neogenitori.
Volume pubblicato con il contributo del Dipartimento di Culture, Politica e Società – Progetto "Pratiche e politiche per la genitorialità. Conciliazione Famiglia-lavoro e politiche per l’infanzia in un contesto multiculturale", finanziato dalla Compagnia di San Paolo nell’ambito del bando per "Progetti di Ricerca di Ateneo – Anno 2011".

insegna Sociologia della famiglia nell’Università di Torino. Tra le sue pubblicazioni per il Mulino, "Conciliare famiglia e lavoro" (con C. Saraceno, 2011), "Corsi di vita e generazioni" (curato con C. Solera e P.M. Torrioni, 2012), "Sociologia della famiglia" (con C. Saraceno, 2013, ed. III).

Pubblicazione online: 2016
Isbn edizione digitale: 978-88-15-32693-5
DOI: 10.978.8815/326935


Pubblicazione a stampa: 2016
Isbn edizione a stampa: 978-88-15-26066-6
Collana: Studi e Ricerche
Pagine: 264