Le lacrime di Mirra

Miti e luoghi dei profumi nel mondo antico
Colpevole di amore incestuoso verso il padre, la bellissima Mirra si mutò in un albero le cui lacrime profumate conservarono memoria della sua sfortunata vicenda. Destinate a onorare gli dèi prima che a soddisfare l’ebbrezza olfattiva degli uomini, le sostanze aromatiche costituirono nel mondo antico un aspetto importante della vita quotidiana di re, tiranni ed eccentrici imperatori, ma anche ambigui e bizzarri personaggi, prostitute, parvenu. Sulla scorta delle fonti letterarie, epigrafiche ed archeologiche, il libro ricostruisce l’antica cultura dei profumi, raccontandone la mitologia e le leggende, tracciandone la geografia, studiandone le ricette e le tecniche di produzione.

insegna Epigrafia Greca presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università degli Studi della Calabria. È autore fra l’altro di "Filippo il Macedone" (Laterza, 2011, ed. II) e "Mecenate di Siracusa. Un medico del IV secolo a.C. tra Sicilia, Grecia e Macedonia" (Georg Olms, 2012).

Pubblicazione online: 2015
Isbn edizione digitale: 978-88-15-32263-0
DOI: 10.978.8815/322630


Pubblicazione a stampa: 2015
Isbn edizione a stampa: 978-88-15-25441-2
Collana: Saggi
Pagine: 304