Storia costituzionale italiana

Popolo e istituzioni
Nella convinzione che la Costituzione non sia solo una nuda norma giuridica o un puro fatto organizzativo, l’autore mira a trasmettere l’idea che la Carta fondamentale sia soprattutto l’espressione della vita, della memoria e del progetto propri di una società. Nel ricostruire quindi la storia costituzionale italiana - nelle sue origini, nei suoi sviluppi, nei suoi conflitti anche più recenti - entra in dialogo diretto con discipline diverse, usando un metodo che tiene conto dei profili storici, politici, sociologici e culturali della vicenda nazionale. Una lettura che, pur muovendo da una ricostruzione giuspubblicistica delle tre diverse Costituzioni dell’Italia unita, per l’ampiezza dello sguardo rappresenta un importante momento di impegno e coscienza civile.

- insigne giuspubblicista- è stato docente di Diritto costituzionale e Diritto amministrativo nelle Università di Cagliari e Firenze ed è stato a lungo direttore di "Democrazia e diritto". Tra i suoi libri: "Profilo di storia costituzionale italiana" (Il Mulino, 1989), "Amministrazione pubblica e Costituzione" (Cedam, 1996), "L’amministrazione dall’attuazione costituzionale alla democrazia partecipativa" (Giuffrè, 2009). È impegnato con i Comitati Dossetti e con il movimento Libertà e giustizia a favore della piena attuazione della nostra Carta costituzionale.

Pubblicazione online: 2014
Isbn edizione digitale: 978-88-15-32011-7
DOI: 10.978.8815/320117


Pubblicazione a stampa: 2014
Isbn edizione a stampa: 978-88-15-25289-0
Collana: Saggi
Pagine: 280