Verso la federazione europea?

Tappe e svolte di un lungo cammino
Il volume riunisce una serie di saggi composti nell’arco di un trentennio, che hanno come elemento comune la valutazione degli aspetti costituzionali del processo di unificazione europea. Dalla prima elezione del Parlamento europeo a suffragio universale nel 1979 sino al presente, l’evoluzione istituzionale dell’Unione europea è seguita e valutata segnando le trasformazioni delle strutture e delle regole via via introdotte per la messa in opera del mercato unico e per la creazione dell’euro: un processo legato anche alla progressiva loro estensione ai nuovi paesi entrati nell’Unione. L’esame critico dei trattati – da Maastricht ad Amsterdam a Nizza, dal progetto di Trattato costituzionale a Lisbona e oltre, sino al presente – si accompagna alla valutazione degli ostacoli ideologici e politici che tuttora frenano il processo verso una vera unione federale, dotata di un governo limitato ma efficace e democraticamente legittimato. La gravità della crisi economica e sociale in atto da oltre sei anni e non ancora risolta impone ormai all’Europa di affrontare alcune scelte fondamentali di natura politica, economica e istituzionale. In tale prospettiva il Parlamento europeo può svolgere un ruolo cruciale.
Volume pubblicato con il sostegno del Centro Studi sul Federalismo, Torino e della Fondazione Giussani Bernasconi, Varese.

è professore emerito di Storia del diritto medievale e moderno presso l’Università di Milano. Già preside della Facoltà di Giurisprudenza di Milano e presidente del Centro Studi sul Federalismo di Torino, per Il Mulino ha pubblicato “Italia ed Europa nella storia del diritto” (2003) e “Storia del diritto in Europa” (2007).

Pubblicazione online: 2014
Isbn edizione digitale: 978-88-15-32008-7
DOI: 10.978.8815/320087


Pubblicazione a stampa: 2014
Isbn edizione a stampa: 978-88-15-25334-7
Collana: Percorsi
Pagine: 544