La qualità della democrazia in Italia

1992-2012

indice

Introduzione
Capitolo primo
Capitolo secondo
2. 1 Gli output della competizione - 2.2. Tra innovazione e personalizzazione
Capitolo terzo
2.1. Gli anni della concertazione (1992-1998) - 2.2. Dalla concertazione al «dialogo sociale» (2001-2011) - 2.3. La crisi della concertazione e il governo Monti (2011-2012): verso il decisionismo
Capitolo quarto
3.1. Il pluralismo del sistema televisivo italiano - 3.2. Il pluralismo della stampa italiana
4.1. L’esposizione degli italiani ai media - 4.2. La fiducia nei media
Capitolo quinto
2.1. Cambiamento e movimento elettorale
3.1. Come il parlamento favorisce l’«accountability» elettorale
4.1. L’identificabilità del governo uscente - 4.2. L’identificabilità delle proposte di governo
Capitolo sesto
4.1. Voto di fiducia, mozione di sfiducia e questione di fiducia - 4.2. Il ruolo dell’opposizione
Capitolo settimo
2.1. L’autonomia delle Regioni e le risorse legali - 2.2. L’influenza delle Regioni sul «policy-making» (I): la disponibilità di risorse finanziarie e la performance - 2.3. L’influenza sul «policy-making» (II): risorse politiche e ruolo della Conferenza Stato-Regioni - 2.4. Dai poteri alla responsabilità: i controlli sulle Regioni
Capitolo ottavo
Capitolo nono
4.1. Individui coinvolti in organizzazioni criminali - 4.2. Atti violenti esercitati sulla popolazione da parte di organizzazioni criminali
5.1. Attività di repressione del crimine - 5.2. Istituzioni e politiche per il contrasto della criminalità organizzata e diffusa
Capitolo decimo
2.1. Le istituzioni «ad hoc»: dall’Alto commissario al Servizio anti-corruzione e trasparenza - 2.2. Dal d.d.l. alla legge anti-corruzione - 2.3. Le questioni giudiziarie
Capitolo undicesimo
Capitolo dodicesimo
Capitolo tredicesimo
2.1. Discriminazioni su base etnica - 2.2. Discriminazioni basate sul genere - 2.3. Discriminazioni basate sull’orientamento sessuale
Conclusioni