La trappola delle leggi

Molte, oscure, complicate
Soc. editrice Il Mulino
Dal punto di vista della normazione, l'Italia ha molti primati negativi: il numero delle leggi vigenti è molto più alto di quello degli altri paesi europei, la dimensione delle singole leggi è pletorica, le contraddizioni tra diverse norme sono continue, la durata in vigore è a volte ridotta a pochi giorni. Le leggi hanno una vita disordinata, anche per via delle anomalie dei processi normativi, che determinano distorsioni rispetto al normale ordine delle competenze e delle procedure: come il sostanziale esautoramento del Parlamento o il fatto che, nonostante l'eccesso di leggi, i giudici sono costretti a risolvere questioni importanti, come quelle di bioetica, che il legislatore non riesce ad affrontare. Questo libro esamina l'inflazione normativa e i possibili rimedi, i processi di produzione delle leggi e le loro distorsioni, le regole di tecnica legislativa e la loro frequente violazione, la politica di semplificazione normativa e le sue deviazioni, i tentativi di riordino e i fattori che alimentano il disordine.

è professore ordinario di Diritto amministrativo nell'Università di Siena. È docente nella Scuola superiore della pubblica amministrazione e nella Facoltà di Giurisprudenza della Luiss. Con il Mulino ha pubblicato "Le regole dell'onestà" (2007).

Pubblicazione online: 2011
Isbn edizione digitale: 978-88-15-30444-5
DOI: 10.978.8815/304445


Pubblicazione a stampa: 2011
Isbn edizione a stampa: 978-88-15-15056-1
Collana: Studi e Ricerche
Pagine: 224

I Capitoli

Capitolo primo
Capitolo secondo
Capitolo terzo
Capitolo quarto
Capitolo quinto
Capitolo sesto
Capitolo settimo
Capitolo ottavo
Capitolo nono
Capitolo decimo
Capitolo undicesimo
Capitolo dodicesimo
Capitolo tredicesimo
Capitolo quattordicesimo
Capitolo quindicesimo
Capitolo sedicesimo
Capitolo diciassettesimo