Stress e rischi psicosociali nelle organizzazioni

Valutare e controllare i fattori dello stress lavorativo
La valutazione dello stress lavoro-correlato è divenuta attività obbligatoria per tutte le organizzazioni, secondo quanto stabilito dal Testo Unico sulla salute e la sicurezza lavorativa (D.Lgs. 81/2008). I profondi mutamenti che hanno caratterizzato in tempi recenti il mondo del lavoro, tra cui l'introduzione massiccia delle nuove tecnologie, l'ampio ricorso a forme contrattuali temporanee, la frequenza di ristrutturazioni, fusioni ed incorporazioni tra aziende, hanno portato all'emergere di nuove forme di rischio psicosociale che esercitano il loro effetto di deterioramento della salute primariamente attraverso il fenomeno dello stress. Il volume esamina i fattori organizzativi coinvolti nello stress da lavoro, illustrando il ruolo delle caratteristiche personali, richiamando i più importanti modelli teorici del rischio psicosociale, descrivendo l'attività di valutazione e indicando le diverse opzioni di prevenzione.

insegna Psicologia del lavoro e delle organizzazioni all'Università di Trento. Con il Mulino ha pubblicato: "Apprendimento e formazione nelle organizzazioni" (2007) e "Introduzione alla psicologia del lavoro" (con G. Sarchielli, 2010).

insegna Psicologia del lavoro nella Facoltà di Scienze politiche dell'Università di Bologna. Ha pubblicato contributi di ricerca su tematiche collegate allo stress lavorativo su importanti riviste internazionali, quali "Work and Stress", "European Journal of Work and Organizational Psychology", e "Anxiety, Stress and Coping".

Pubblicazione online: 2011
Isbn edizione digitale: 978-88-15-30440-7
DOI: 10.978.8815/304407


Pubblicazione a stampa: 2011
Isbn edizione a stampa: 978-88-15-15071-4
Collana: Aspetti della psicologia
Pagine: 256