Marco D'Alberti (a cura di)

Le nuove mete del diritto amministrativo

In questo volume cinque giuristi europei guardano alle trasformazioni del diritto amministrativo. Ne emerge un percorso ricco di cambiamenti. Dai suoi esordi in Francia, più decisi nella seconda metà del XVIII secolo, dal suo consolidamento in alcuni Stati dell'Europa continentale agli inizi del XIX secolo, il diritto amministrativo ha conosciuto una diffusione sempre più ampia. Nel secondo Novecento ha assunto un ruolo essenziale nel sistema normativo e giurisprudenziale della Comunità e poi dell'Unione europea. E oggi riveste un'importanza fondamentale nel quadro della globalizzazione giuridica. I suoi principi e le sue regole possono contribuire, come mostrano gli autori, a rendere più equilibrato e più attento ai diritti fondamentali un contesto globale che spesso produce disuguaglianza e iniquità. È questa la più impegnativa, e la più ambiziosa, delle nuove mete del diritto amministrativo.

è professore ordinario di Diritto amministrativo nella Facoltà di Giurisprudenza della Sapienza-Università di Roma. Per il Mulino ha pubblicato tra l'altro "Poteri pubblici, mercati e globalizzazione" (2008).

Pubblicazione online: 2011
Isbn edizione digitale: 978-88-15-22972-4
DOI: 10.978.8815/229724


Pubblicazione a stampa: 2010
Isbn edizione a stampa: 978-88-15-14641-0
Collana: Il Mulino/Ricerca
Pagine: 192