Lorenzo Casini (a cura di)

La globalizzazione dei beni culturali

Tradizionalmente regolati dallo Stato, i beni culturali sono oggi sempre più sottoposti a una disciplina globale. Non solo la circolazione e la restituzione dei beni sono oggetto di convenzioni internazionali e normative europee, ma si va affermando anche un vero e proprio sistema mondiale di protezione del patrimonio storico e artistico, con regole stabilite da un'organizzazione ultrastatale (UNESCO). Quali questioni solleva la formazione di un diritto "globale" dei beni culturali? Quali sono le conseguenze e le opportunità per l'Italia e per il suo immenso patrimonio? Basato su una vasta mole di dati, il libro è il primo studio organico dedicato agli effetti prodotti dalla globalizzazione sulla disciplina giuridica della tutela, della circolazione e della fruizione dei beni culturali.
Si ringraziano l'Istituto di Ricerche sulla Pubblica Amministrazione (Irpa) e la Fondazione Vodafone Italia per aver promosso e sostenuto la ricerca su "I beni culturali e la globalizzazione", i cui risultati sono sviluppati e approfonditi in questo volume.

è professore di Diritto amministrativo nella Facoltà di Architettura "Ludovico Quaroni" della Sapienza - Università di Roma dove insegna Diritto urbanistico e Diritto dei beni culturali. E' Research Fellow dell'Institute for International Law and Justice della New York University School of Law. Tra i suoi libri "L'equilibrio degli interessi nel governo del territorio" (2005) e "Il diritto globale dello sport" (2010), pubblicati da Giuffrè.

Pubblicazione online: 2011
Isbn edizione digitale: 978-88-15-22967-0
DOI: 10.978.8815/229670


Pubblicazione a stampa: 2010
Isbn edizione a stampa: 978-88-15-13903-0
Collana: Il Mulino/Ricerca
Pagine: 280