Il mercato delle telecomunicazioni

Dal monopolio delle telecomunicazioni alla liberalizzazione negli Stati Uniti e nell'UE
Nel volume sono analizzati gli effetti della liberalizzazione del mercato delle telecomunicazioni nei principali paesi industrializzati - Stati Uniti e Unione Europea - con specifica attenzione al caso italiano. Seguendo un'impostazione economico-istituzionale, gli autori forniscono da un lato un'aggiornata esposizione delle caratteristiche dei diversi mercati e dell'evoluzione delle telecomunicazioni, a partire dalla caduta dei monopoli, dall'altro valutano criticamente le politiche di regolazione adottate nei vari paesi. La prima parte è incentrata sullo sviluppo storico del mercato ed evidenzia appunto l'impatto economico delle diverse politiche di regolazione. La seconda parte tratta invece in maniera trasversale rispetto alle diverse realtà i problemi specifici inerenti alla regolamentazione delle telecomunicazioni: il controllo delle tariffe finali; il servizio universale e il suo finanziamento; l'interconnessione; la competizione locale; l'unbundling e gli investimenti in tecnologie a larga banda. Data l'importanza della telefonia mobile, un capitolo è dedicato inoltre ai problemi regolatori del settore.

è professore associato nel Dipartimento di Sistemi di produzione ed economia del Politecnico di Torino.

è professore ordinario di Economia politica nella IV Facoltà di Ingegneria gestionale del Politecnico di Torino.

è professore associato nel Dipartimento di Sistemi di produzione ed economia del Politecnico di Torino, reader presso l'Imperial College di Londra e membro del Cepr.

Pubblicazione online: 2010
Isbn edizione digitale: 978-88-15-22911-3
DOI: 10.978.8815/229113


Pubblicazione a stampa: 2003
Isbn edizione a stampa: 978-88-15-09344-8
Collana: Studi e Ricerche
Pagine: 360