La criminalità in Italia

In questo volume studiosi di discipline diverse (sociologi, storici, criminologi, giuristi) delineano un quadro documentato e aggiornato dello stato della criminalità in Italia, esaminando tipi diversi di reati, le variazioni nello spazio e nel tempo della frequenza con cui essi vengono commessi, le caratteristiche degli autori e delle vittime di questi delitti, le conseguenze e le reazioni che provocano, il funzionamento del sistema penale. Non mancano inoltre una rassegna delle teorie sulla criminalità e un contributo sulle frodi transnazionali. Affinché il lettore possa farsi un'idea precisa della situazione del nostro paese in questo campo, nella corposa introduzione dei curatori sono illustrati gli interrogativi fondamentali con cui gli studiosi di scienze sociali devono confrontarsi quando si occupano di criminalità. Un volume di cui difficilmente potrà fare a meno chiunque si occupi a diverso titolo di criminalità, o semplicemente voglia informarsi e discuterne.

è docente di Sociologia nell'Università di Bologna. La sua pubblicazione più recente con il Mulino è "Omosessuali moderni. Gay e lesbiche in Italia" (con A. Colombo, 2001).

è docente di Criminologia minorile nell'Università di Genova. Tra le sue pubblicazioni "Delinquenza giovanile" (con T. Bandini, Giuffrè, 1987).

Pubblicazione online: 2010
Isbn edizione digitale: 978-88-15-22802-4
DOI: 10.978.8815/228024


Pubblicazione a stampa: 2002
Isbn edizione a stampa: 978-88-15-08738-6
Collana: Prismi
Pagine: 344