Sociologia della Fiat

Dagli anni duri della repressione vallettiana, attraverso l'Autunno caldo, la conflittualità permanente, la marcia dei quarantamila, l'alta automazione, fino a Melfi e all'impresa globalizzata, sofisticata e modulare dell'accordo con General Motors: la storia della Fiat è scandita da passaggi che rappresentano altrettante svolte nel modo di lavorare e di produrre, di vivere la fabbrica nel nostro paese. Nell'analisi di Bonazzi le ricerche sulla Fiat diventano un discorso non solo sulle strutture "oggettive" della produzione, ma anche sulla trasmissione delle idee, sulla (mancata) consapevolezza delle trasformazioni in corso da parte degli attori sociali. Uno spezzone rilevante della nostra vicenda nazionale viene così ricostruito in una mappa non solo storica e sociologica, ma anche culturale.

insegna Sociologia dell'organizzazione nella Facoltà di Scienze politiche dell'Università di Torino. Con il Mulino ha pubblicato "Il tubo di cristallo. Modello giapponese e fabbrica integrata" (1993) e "Lettera da Singapore. Ovvero, il Terzo Capitalismo" (1996).

Pubblicazione online: 2010
Isbn edizione digitale: 978-88-15-14595-6
DOI: 10.978.8815/145956


Pubblicazione a stampa: 2000
Isbn edizione a stampa: 978-88-15-07682-3
Collana: Studi e Ricerche
Pagine: 176