Cento anni di borsa in Italia

Il volume offre una panoramica completa e approfondita dell'evoluzione del mercato azionario e della borsa italiana nel Novecento, analizzando in prospettiva storica le interrelazioni fra lo sviluppo del mercato di borsa, gli andamenti congiunturali dell'economia italiana e le più importanti scelte di politica economica. I dissesti bancari degli anni Venti e Trenta, la scomparsa delle banche miste, la nascita dell'Iri, la nazionalizzazione del settore elettrico e l'ascesa delle imprese pubbliche: sono alcuni degli eventi che, oltre a influire sulla borsa, hanno profondamente segnato l'evoluzione dei circuiti finanziari e dei meccanismi di funzionamento del mercato dei capitali. In particolare, l'autore individua le principali cause che hanno impedito un adeguato sviluppo della borsa in Italia nel corso del ventesimo secolo e, nel documentare l'andamento dei rendimenti dei diversi strumenti di impiego del risparmio, mette in evidenza i vantaggi dell'investimento in azioni su orizzonti temporali medio-lunghi.

ha conseguito un Master in Economia presso l'Università "L. Bocconi" di Milano. Ha lavorato in Banca d'Italia e attualmente è responsabile dell'Ufficio Analisi Economica presso la Commissione Nazionale per le Società e la Borsa (Consob).

Pubblicazione online: 2010
Isbn edizione digitale: 978-88-15-14491-1
DOI: 10.978.8815/144911


Pubblicazione a stampa: 2001
Isbn edizione a stampa: 978-88-15-08168-1
Collana: Saggi
Pagine: 224