L'Europa in Italia

Élite, opinione pubblica e decisioni

indice

Capitolo primo
Exit (totale o parziale; opt out). - Voice. - Loyalty: lealtà e/o acquiescenza.
Capitolo secondo
Perché studiare il discorso delle élite partitiche sull’Europa? - Sviluppo dell’integrazione europea, cicli di governo e discorso politico in Italia. - Strategie di ricerca e contenuto del capitolo.
L’Europeismo dei partiti italiani: realtà e miti. - Quali nuove conoscenze? Risultati dell’analisi diacronica. - La Dc: un europeismo connaturale ma non sempre attivo. - Il Pci: dalla difesa della sovranità nazionale al sostegno per l’integrazione sovranazionale. - Il Psi: un partito della sinistra europea vincolato dalla realtà nazionale. - Il declino della progettualità partitica al tramonto della prima repubblica.
Le due dimensioni del discorso sull’Europa: una comparazione storica.
Capitolo terzo
Dati utilizzati. - La variabile dipendente: le dimensioni del sostegno all’integrazione europea. - Spiegazioni del cambiamento nel sostegno per l’integrazione europea. - Le variabili e la loro misurazione. - Il modello e i suoi risultati.
Capitolo quarto
Euroentusiasmo versus euroscetticismo. - Le dimensioni esplicative del sostegno europeo: una struttura in cambiamento.
I vincoli dell’Europa in Italia. - L’Europa in azione: l’impatto atteso dell’euro. - La fiducia per l’Europa.
Capitolo quinto
Capitolo sesto
Le risposte europee alla crisi dei cambi fissi e lo scenario nazionale. - Orientamenti degli attori nell’arena interna. - Dalla «pausa di riflessione» all’adesione immediata: successi o fallimenti della voice?
La riforma istituzionale Cee come problema. - Il semestre di presidenza italiana fra ambizioni e realismo. - Consensi e incognite al vertice di Milano. - Le riserve sulla mini-riforma. - Sul rifiuto costoso prevale l’opportunità di adattamento.
Capitolo settimo