La finanza pubblica italiana

Rapporto 2004
Nel monitorare i conti pubblici e i principali settori di intervento pubblico - fisco, pensioni, assistenza, sanità, finanziamento dell'università, federalismo fiscale e servizi di pubblica utilità - il Rapporto evidenzia il riproporsi nel 2003 del medesimo copione dell'anno precedente: l'attesa vana di una crescita economica risolutrice, il progressivo deterioramento strutturale dei conti pubblici a fatica nascosto dalle misure "una tantum", il disegno incerto e generico di molti interventi di riforma. Il Rapporto approfondisce poi un tema di particolare rilievo nel dibattito di politica economica, quello degli effetti dell'immigrazione sulla finanza pubblica del nostro paese. Ne emerge come, al di là delle posizioni preconcette di cui sembra alimentarsi il dibattito politico, essi dipenderanno crucialmente dalle scelte che si adotteranno in materia di politiche di integrazione degli immigrati.

nsegna Scienza delle finanze nella Facoltà di Economia dell'Università di Modena e Reggio Emilia. E' tra i fondatori del Capp - Centro di analisi delle politiche pubbliche. Con il Mulino ha pubblicato "Imposte e mercati finanziari " (1989), "I tributi nell'economia italiana" (V ed. 2004, con P. Bosi) e ha curato, con A. Zanardi, il Rapporto 2003 sulla "Finanza pubblica italiana".

insegna Scienza delle finanze nella Facoltà di Economia dell'Università di Bologna. Per il Mulino ha curato i Rapporti 2001 e 2003 sulla "Finanza pubblica italiana" (rispettivamente con L. Bernardi e M.C. Guerra).

Pubblicazione online: 2009
Isbn edizione digitale: 978-88-15-14382-2
DOI: 10.978.8815/143822


Pubblicazione a stampa: 2004
Isbn edizione a stampa: 978-88-15-10136-5
Collana: Studi e Ricerche
Pagine: 328